LOTTA STUDENTESCA RICORDA I MARTIRI DELLE FOIBE

Attraverso una serie di iniziative all’interno degli istituti scolastici Lotta Studentesca Bergamo ha voluto ricordare una pagina di storia a lungo dimenticata: l’uccisione dei nostri compatrioti da parte dei partigiani slavi, con l’avallo del Partito Comunista Italiano, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.


Il movimento giovanile di Forza Nuova ha effettuato dei blitz all’esterno di decine di scuole italiane, ribadendo il concetto che la vicenda che ha colpito in maniera indiscriminata i nostri connazionali non può essere dimenticata e necessita del giusto approfondimento storico.

Queste le parole di Andrea Di Cosimo, responsabile nazionale del movimento studentesco patriottico: “ Come ogni anno Lotta Studentesca si appresta a commemorare le vittime italiane che, al termine della Seconda Guerra Mondiale, hanno dovuto subire una vera e propria pulizia etnica da parte delle armate partigiane di Tito.
Il nostro impegno militante ha anzitutto lo scopo di informare gli studenti italiani su cosa sono le foibe: cavità carsiche utilizzate dai partigiani comunisti slavi per uccidere chiunque si fosse opposto alle loro mira espansionistiche nei confronti di terre considerate da sempre italiane.
Nelle foibe, infatti, non vennere uccisi soltanto fascisti, ma anche semplici insegnanti, dipendenti pubblici o anti-fascisti contrari alle politiche del maresciallo Tito.

A Bergamo sono state sostituite, simbolicamente, le targhe di diverse scuole cittadine, intitolando i vari istituti a personaggi infoibati o luoghi divenuti tristemente famosi per via delle cavità carsiche. Nella mattinata i militanti hanno effettuato un volantinaggio con relativo striscione recante la frase “Vogliamo le foibe sui libri di scuola!”. Ancora poche sono le scuole che hanno il coraggio di affrontare questa triste pagina della storia italiana. Subito dopo si è reso onore a Maria Pasquinelli, sepolte nel cimitero monumentale di Bergamo, posando sulla propria tomba tre rose bianche, simbolo di purezza e fedeltà.