La legge è uguale per tutti? dipende se sei Rom o italiano!

E’ notizia di questi giorni del solito caso di assoluta parità di trattamenti tra italiani e ROM: un padre Rom abbandona sua figlia in mezzo ad una strada, notate però il risultato di una sentenza come può essere diverso solamente dalla differenza della propria etnia/nazionalità. Infatti il GIP (come si legge nell’articolo qui sotto riportato dall’Eco di Bergamo) ha assolto il padre perchè la bimba è “abituata” a stare in strada da sola.

Zingarella sola per strada: «È abituata» Padre assolto dall’abbandono di minore – Cronaca Bergamo A sette anni se ne stava tutta sola, ma tranquilla, sulla scalinata delle Poste, in via Locatelli a Bergamo, quando un passante l’ha notata e ha dato l’allarme. Il padre stava poco più in là, a chiedere l’elemosina.

Non è di molto tempo fa, che altri episodi di “abbandono di minori” a scapito di genitori italiani, furono finiti in modi ben diversi, tra psicologi e assistenti sociali nonchè perdita della patria potestà, per aver lasciato il figlio in auto qualche minuto per prendere il giornale. Non giustifichiamo il gesto, ma tantomeno un trattamento di favore perchè v’è una differente “maturità” del bambino.

Permetteteci una riflessione, allora anche rubare può essere “normale” per un Rom ed allora lasciamo che delinquano tranquillamente? Anche vendere merce contraffatta è illegale, allora visto che è l’unica fonte di sostentamento dei tanti immigrati (che vendono anche in pieno giorno, in affollate piazze), allora dobbiamo lasciarglielo fare?

Altra riflessione, se un pedofilo o un malintenzionato avesse rapito quella bambina sola in mezzo ad una strada, il padre sarebbe stato comunque assolto? Ed a quel punto, la Comunità cosa avrebbe fatto? Cosa avrebbe pensato?

La Legge italiana è UNA ed UNA deve essere rispettata in terra italiana!

<<Forza Nuova Bergamo – Articolo Eco di Bergamo>>

 

 

Lascia un commento