Corteo a Verona

Verona 19 dicembre 2015 10178014_1264510423566473_376663936624256462_n10391961_1266458476705001_9043819118639573733_n10303760_1264510083566507_3293229994418757423_n12376464_1266458890038293_2683185757796836252_nForzanovisti marciano sopra le bandiere americana e turca! Per un’Europa libera e sovrana!
In piazza il Segretario Nazionale di Forza Nuova e Presidente di Alliance for Peace and Freedom Roberto Fiore ed il coordinatore del nord Italia Luca Castellini.

Corteo No Nato No turchia

Comunicato Stampa Movimento Politico Forza Nuova

Forza Nuova annuncia per sabato 19 dicembre, una grande manifestazione militante a Verona. Il concentramento delle camicie bianche forzanoviste è previsto per le ore 15.00 nel piazzale della stazione di Porta Nuova. Il corteo attraverserà Verona per concludersi, con i comizi finali, in maniera simbolica e significativa, sotto il palazzo che ospita il Comando Interforze NATO di via Roma.

Spiega il Coordinatore del Nord Italia del Movimento patriottico, Luca Castellini : “Dopo le due grandi manifestazioni di Bologna e Firenze dello scorso 17 ottobre, le sezioni forzanoviste del Nord Italia marceranno a Verona per portare le proprie bandiere fin sotto le finestre del comando interforze della Nato. Saremo composti ed ordinati come sempre, ma, come sempre, determinati a far sentire la nostra voce e ribadire la totale opposizione alle politiche statunitensi ed alla schiavitù del nostro Paese alla NATO. Avremo ospiti internazionali, e un ospite russo di grande rilievo. Sarà una giornata di lotta e riscatto per l’orgoglio europeo.”

Il Segretario Nazionale di Forza Nuova e Presidente del partito paneuropeo APF (Alliance for Peace and Freedom, ndr),Roberto Fiore, approfondisce il senso della marcia veronese :“La gravità dell’ora presente ha bisogno di gesti decisi, forti e coraggiosi. L’Europa rischia d’essere trascinata in una tragica guerra contro la Russia e di svegliarsi ogni giorno con la paura del terrorismo islamico in casa. A Verona, assieme agli amici europei, affermeremo che è giunto il tempo per l’Europa di rivendicare la propria libertà dal giogo americano. Affermeremo che la Turchia finanzia e supporta il Daesh e che mai e poi mai potrà avere accesso nella comunità dei popoli d’Europa. La settimana scorsa ho personalmente denunciato la presenza del figlio di Erdogan a Bologna ed i legami inconfutabili con i vertici del terrorismo islamico jihadista. Con la Russia, l’Italia e l’Europa devono ritrovare la via del dialogo ed una rinnovata sintonia sia sui temi di politica economico-finanziaria, sia sulle urgenti necessità di politica internazionale. Lo sguardo d’Europa non deve più volgersi ad occidente, ma guardare con fiducia e speranza ad est!”

Ufficio Stampa Forza Nuova12314124_1256133577737491_2444424075715077628_n